Max Vercelli torna alle competizioni con un nuovo Kart Cross. La sfida al titolo 2018 si fa sempre più interessante

RXIT: Dopo aver vinto il campionato nella stagione 2015 ritorni alle corse a tempo pieno…ma sappiamo che nel 2017 non sei rimasto ai box a guardare, anzi. Quest’anno tornerai ufficialmente nel Campionato Italiano ?
MV: Nel 2016 ho cominciato con le vetture con la gara di Pasquetta ma poi non ho più avuto disponibilità di una vettura.
Nel 2017 speravo di poter imparare qualcosa fuori Italia con una vettura ma ho solamente partecipato ad una manche in Belgio per poi subito abbandonare per rottura del motore…la nuova auto ha tardato ad essere pronta e sono rimasto a piedi.
Nel 2018 parteciperò a tutto il Campionato Italiano Rallycross, mi e’ piaciuto più di tutto che ci fosse un campionato con più circuiti.

RXIT: Quest’anno correrai con un nuovo kart , un ya-car che ha fatto vedere di essere velocissimo durante la tappa di Europeo a Maggiora…ci puoi dire qualcosa in più? Sarai appoggiato direttamente dalla casa spagnola ?
MV: …ya-car mi ha fatto provare in Spagna il kart e ho imparato nuove cose…mi piace molto mettermi sempre in discussione e a volte cercare di migliorarmi.Sono stati davvero molto molto disponibili e non ho potuto non scegliere di correre con un kart di loro produzione.

RXIT: Sei stato il “pioniere” della categoria Kart Cross portando queste piccole ma velocissime macchine in Italia già più di 15 anni fa. Guardando lo sviluppo che ha avuto negli anni la categoria, si può dire che sicuramente ci avevi visto lungo ed livello dei piloti si sta alzando costantemente di anno in anno. Sappiamo che nel 2018 ci sarà anche la presenza fissa di qualche pilota straniero alle tappe di Campionato Italiano…i tuoi obiettivi per la stagione quali saranno ?
MV: in quegli anni…ne sono trascorsi più di venti ormai….uscivo dalla categoria junior due rm ed allora sono andato a vedermi qualche gara di autocross in Francia. Sono rimasto a bocca aperta quando poi ho provato un kart,il mio primo kart che ho acquistato e con cui mi sono iscritto al campionato francese ffsa. Li ho conosciuto tutti i vari piloti, amici, che oggi buona parte partecipa con i buechl al campionato europeo. Gli anni seguenti la FFSA non ha più accettato iscrizioni straniere ed allora, grazie proprio allo Sport Club Maggiora e al buon caro Magistrini mi hanno dato l’opportunità di portare questi amici francesi per le varie gare dimostrative che negli anni avete visto. La categoria credo sia la miglior scuola con ottimo rapporto costi-velocità-divertimento che per ciò che riguarda me…ormai 49 anni……possa accettare pur sempre impegnandomi quando si corre. E’insomma una categoria che offre anche ai più giovani l’opportunità di fare una buona esperienza. Il fatto che ci sia qualche pilota straniero sta a significare che il campionato diventa interessante e sicuramente competitivo.
Io non posso essere che contento. Grazie.